Varie

Mascherine antivirus: quali mascherine preferire

...quali sono le prossime tendenze, quali le più versatili e quali le più protettive?

La pandemia che, da diversi mesi a questa parte, sta stravolgendo ritmi e abitudini quotidiane ha imposto delle prese di posizione finalizzate alla salvaguardia della comunità in senso lato. Manovre necessarie e a dir poco indispensabili per poter riacquistare, progressivamente, una parvenza di normalità. E nel novero delle misure applicate dalle istituzioni pubbliche e private, c’è l’impiego delle mascherine antivirus, dispositivi essenziali per tutelare la propria salute difendendola da qualsiasi tipologia di attacco batterico.

La massiccia commercializzazione di questi prodotti spinge, inevitabilmente, a fare delle considerazioni riguardanti la preferenza di una mascherina piuttosto che un’altra a seconda dei luoghi, dei periodi o delle tendenze estetiche. Scegliere le mascherine online piuttosto che acquistarle in un negozio fisico segue le medesime logiche con l’aggiunta, però, di un ulteriore filtro di valutazione riguardante, essenzialmente, la spesa da affrontare – il prezzo e l’eventuale costo di spedizione.

 

Le mascherine antivirus più protettive

Le mascherine antivirus attualmente in circolazione sono davvero tante. Un motivo in più per valutarne l’acquisto con la giusta cautela al fine di non ritrovarsi con un articolo a dir poco scadente. Perciò, per capire se una mascherina è all’altezza della situazione oppure no, è necessario esaminare una serie di fattori che ne determinano l’efficacia. Innanzitutto, la validità e l’affidabilità sono garantite quando la mascherina presenta attestazione e apposita certificazione. Esaminando il prodotto prima di procedere al relativo acquisto, vanno quindi individuate peculiarità quali la funzionalità del filtraggio e il marchio CE. Una testimonianza, quest’ultima, che sancisce il puntuale rispetto di regolamenti, direttive europee e dettami normativi nazionali.

Mascherine antivirus: dove e quando usarle?

Le tipologie principali di mascherine antivirus sono le seguenti: chirurgiche, in tessuto o DPI. Ogni alternativa vanta delle caratteristiche specifiche che possono essere sfruttate a seconda del posto in cui ci si trova o in base ad un determinato periodo dell’anno o della giornata. Va, infatti, precisato che le predette casistiche possono essere suddivise in diverse fasce di pericolosità, dalla più bassa a quella decisamente elevata. Un’eventualità che, ovviamente, ci si augura di non rivivere vita natural durante.

La routine quotidiana richiede l’impiego di una mascherina chirurgica poiché tutela il prossimo in modo tempestivo. Se allo stesso tempo si desidera beneficiare di un grado di protezione altamente personale, allora è bene accertarsi che anche gli altri seguano il medesimo esempio cautelativo. Quando, invece, ci si trova in una fase in cui i contagi sono al minimo (se non addirittura inesistenti), si può ricorrere alla mascherina in tessuto, denominata anche mascherina di comunità. La stoffa alla base della sua composizione ne consente il lavaggio e il riutilizzo ma non filtra ed annulla potenziali particelle batteriche.

DPI nelle zone ad alto rischio di contagio

In ambientazioni dove il rischio contagio è molto alto, vanno usate le mascherine filtranti FFP2 e FFP3. Questi dispositivi di protezione individuale assicurano una difesa totale contro ogni genere di virus. I modelli appartenenti alla categoria FFP3 vantano un roboante 98% che influenza positivamente la loro capacità di filtraggio; purtroppo, tali prodotti hanno un costo non propriamente accessibile e appesantiscono, a lungo andare, la respirazione. Perciò, se ne consiglia l’uso solo quando la situazione diventa critica ed indirizza città e popolazioni verso nuovi ed estenuanti lockdown.

Le mascherine antivirus più versatili

Dopo aver appurato la validità a 360 gradi di una mascherina antivirus, occorre considerarne anche la versatilità in base ai propri impegni quotidiani. L’allerta generale e le disposizioni territoriali inducono all’uso di tali articoli a prescindere dai perenni alti e bassi del numero di contagiati stimati giorno dopo giorno; anche perché, così facendo, si evita l’insorgere di nuove e preoccupanti varianti in grado di destabilizzare ulteriormente la situazione. Pertanto, quando pericoli e campanelli d’allarme sono al minimo storico, si può tranquillamente usare una mascherina di stoffa, poiché per quanto non garantisca una tutela a regola d’arte, la sua leggerezza strutturale la rende pratica e confortevole. Inoltre, le varietà disponibili sul mercato godono persino di un look alla moda capace di dettare le tendenze del domani.

Le nuove tendenze in materia di mascherine antivirus

Sulla scorta di quanto accennato nel precedente paragrafo, vien da sé che le mascherine antivirus stanno diventando una sorta di status symbol. Un prodotto accattivante su cui brand, griffe e società affermate hanno deciso di investire per realizzare collezioni riservate sia agli uomini che alle donne. Le nuove tendenze mostrano mascherine, dalla trama raffinata o vivace, capaci di enfatizzare le peculiarità di un articolo che, fino a qualche tempo fa, stazionava nel più completo anonimato.

Materiali come il pizzo o il tulle conferiscono un pizzico di romanticismo a un supporto medico e di protezione individuale che si rinnova e si presenta al grande pubblico in una veste insolita ma dalla notevole carica attrattiva. Stesso dicasi per l’impiego del cotone, con colori sgargianti o motivi floreali, e per le mascherine antivirus ricamate a mano, un vezzo al quale i fashion addicted di lungo corso non possono minimamente rinunciare.

Inoltre, non mancano gli eventi o le sfilate in cui vengono esposte mascherine antivirus che esprimono uno stile al passo coi tempi. La presenza di un logo, di una decorazione o di un inserto rivoluziona questo prodotto rendendolo un accessorio indispensabile per creare abbinamenti di vario tipo e definire outfit semplicemente impeccabili.

Quali mascherine preferire e dove comprarle

Questa lunga carrellata di dettagli, differenze e tipologie d’uso conduce ad una considerazione univoca che si ricollega a quanto detto in prima battuta. Le mascherine antivirus vanno scelte ed acquistate tenendo bene a mente innumerevoli fattori tecnici, sociali e temporali. Scegliere le mascherine online piuttosto che acquistarle in un negozio fisico segue le medesime logiche con l’aggiunta, però, di un ulteriore filtro di valutazione riguardante, essenzialmente, la spesa da affrontare – il prezzo e l’eventuale costo di spedizione.

Ad ogni modo, è fondamentale stare alla larga da mascherine fai da te e da dispositivi che non presentano le certificazioni di rito. Espedienti come sciarpe o semplici strati di carta forno posti davanti alla bocca sono inutili e controproducenti. In più, correre dei rischi a causa di una condotta negligente o superficiale mette in serio pericolo la propria salute e quella della comunità circostante. Danneggiare un parente, un amico o un partner, in questo modo, è un gesto irresponsabile che non può pretendere alcun tipo di comprensione.

Back to top button