Salute

Come trattare le emorroidi infiammate? Ecco alcuni suggerimenti

È possibile seguire alcuni accorgimenti per ridurre la fastidiosa sintomatologia e calmare il disagio

Come trattare emorroidi infiammate e doloranti? È possibile seguire alcuni accorgimenti per ridurre la fastidiosa sintomatologia e calmare il disagio. Dolore, gonfiore e prurito possono rallentare sensibilmente la nostra quotidianità. Perché insorge la patologia emorroidaria e come possiamo agire per sentirci meglio? Vediamo insieme cause e possibili rimedi per il disturbo emorroidario.

Perché le emorroidi si infiammano e ci danno fastidio? Ecco alcune cause

Le emorroidi sono cuscinetti di tessuto vascolare, fisiologicamente situati all’interno del canale anale. La funzione delle emorroidi è contribuire sia all’evacuazione sia alla continenza delle feci. Le emorroidi sono in grado di gonfiarsi e sgonfiarsi attraverso l’afflusso e il deflusso di sangue al loro interno.

In condizioni normali non avvertiamo la presenza dei cuscinetti emorroidari. Essi, però, sono costituiti da una trama di tessuto connettivo lasso, cioè molle, che può dilatarsi e infiammarsi con facilità.

Non sono ancora del tutto chiare le cause della patologia emorroidaria. Possiamo però individuare alcuni fattori predisponenti:

  • Dieta non equilibrata. Consumare alimenti dall’azione irritante, come ad esempio caffè, alcolici e insaccati salati, possono acuire l’infiammazione locale, peggiorando i sintomi fastidiosi.
  • Stitichezza o diarrea. Entrambe queste condizioni possono promuovere l’infiammazione dei cuscinetti emorroidari.
  • Gravidanza. Durante gli ultimi mesi di gravidanza o subito dopo il parto le emorroidi possono infiammarsi. Ciò accade sia per l’aumento di pressione pelvicadovuto alla presenza del feto, sia per i cambiamenti ormonali legati alla gravidanza stessa.
  • Stile di vita scorretto. Sedentarietà, mantenimento della stazione eretta o lunghe sedute sul wc possono comportare ristagno venoso e possibile congestione emorroidaria.

Come gestire il disturbo emorroidario e prevenirne i sintomi?

Possiamo adottare alcuni semplici consigli utili per curare le emorroidi e per ridurre il fastidio e cercare di prevenirne la ricomparsa. Ecco in che modo:

  • Seguiamo una dieta equilibrata con il giusto apporto di fibre e acqua, per regolarizzare l’intestino e ammorbidire le feci, prevenendo la stipsi.
  • Eliminiamo cibi e bevande dall’azione irritante e garantiamo al nostro organismo l’apporto di circa 1, 5 litri di acqua al giorno.
  • Pratichiamo unamoderata attività fisica. Un regolare e leggero esercizio fisico contribuirà a migliorare la circolazione sanguigna e favorirà il naturale transito intestinale. Una passeggiata di almeno 30 minuti al giorno può essere un buon inizio.
  • Eliminiamo alcune abitudini in bagno. Stare troppo sul wc, strofinare vigorosamente con la carta igienica, utilizzare detergenti intimi aggressivi e troppo concentrati: tutto ciò contribuirà a peggiorare l’irritazione locale. Diluiamo poco detergente intimo delicato in acqua tiepida. Asciughiamo tamponando la zona ano- rettale con un panno morbido in cotone.
Vota questo articolo